Perchè è importante non saltare i pasti

perche_non_bisogna_saltare_i_pasti

Ormai è diventata quasi una consuetudine saltare il pranzo. Molti miei pazienti infatti mi confidano di saltare il pasto del pranzo per via del poco tempo o per cercare in qualche modo di togliere qualche chiletto.

Cari lettori, non c'è cosa più errata! Ed ora vi spiego il perché…

Cosa succede quando mangiamo poco

Il nostro organismo è come un povero che possedendo poco denaro spende poco. Ecco cosa succede al nostro corpo, in presenza di digiuno vive come se fosse denutrito cercando di non sprecare energie.

Tutto questo porta inevitabilmente ad un rallentamento del metabolismo, a lungo andare, i soggetti più a rischio potrebbero andare incontro ai cosiddetti DCA (disturbi del comportamento alimentare); inoltre, oltre a determinare importanti carenze nutrizionali e quindi malnutrizione, predispone il soggetto all'aumento della massa grassa e relativa perdita di massa magra

Per non dimenticare di quanto si arrivi affamati poi alla cena, che invece dovrebbe rappresentare il pasto più leggero della giornata visto, tra l'altro, che dopo poche ore si va a letto.

Da non tralasciare che, spinti dal forte senso di fame, si cade spesso in tentazione, ovvero nei grassi e negli zuccheri poichè la produzione di dopamina e di endorfine ci guida verso la scelta di cibi grassi o zuccherati o al mix di entrambi. E se riusciamo a resistere, a mangiare in maniera sana, questo non avverrà per molto tempo.

Non si dimagrisce saltando i pasti

Mangiando poco all'inizio si può perdere peso, è vero...ma non sempre quello che dice la bilancia è del tutto onesto. Sì, si perde peso, ma non si dimagrisce realmente perché ciò che si perde sono in primis liquidi e poi proteine...e i grassi? Sono l'ultima scelta del nostro organismo, perchè sono la nostra riserva energetica. Il peso inoltre ritorna stazionario nella nostra cara bilancia in poco tempo.

Quali sono gli effetti negativi del digiuno

Il digiuno ci cambia perchè diventiamo più nevrotici e stressati per l'aumento in circolo del cortisolo, o ormone dello stress, prodotto dalle nostre ghiandole surrenali. 

Come mangiare in modo sano e regolare

 La strategia vincente allora è:

  • Fare pasti regolari;
  • Cercate sempre di avere un equilibrio tra carboidrati, lipidi, proteine e introdurre fibre e oligoelementi;
  • Fare attività fisica con regolarità;
  • Evitare di mangiare di notte;
  • Consumare un'abbondate colazione e una cena leggera.
  • Concedetevi almeno una volta a settimana un "piacere"


Evitate dunque le diete fai da te e tutti quei prodotti che vengono spacciati per miracolosi affidandovi ad un nutrizionista specialista.

Per ritrovare abitudini alimentari sane contattate lo studio di nutrizione umana Bionutrimed

Bionutrimed Studio di nutrizione umana spiega perché è importantissimo non saltare i pasti.
Vota:
2

Le nostre ultime recensioni su Google