Blog

Novità, informazioni e aggiornamenti utili per aumentare la produttività della tua attività.

Tra gli scaffali del supermercato: cosa mangiare a colazione

Cosa mangiare a colazione Bionutrimed nutrizionista a Catania

Partiamo da un'idea semplice, ma che dobbiamo imparare a fare nostra: non è vero che per mangiare in maniera sana ed equilibrata il nostro carrello della spesa debba essere triste e insipido. 

Grazie ai consigli dello studio Bionutrimed - Nutrizionista a Catania scopriremo che si può mangiare in modo gustoso anche partendo da alimenti salutari per il nostro corpo, l'importante è avere consapevolezza di cosa sono e come sono fatti gli alimenti che stiamo prendendo dallo scaffale per portarli a casa nostra.

Cosa mangiare a colazione (ma anche a merenda)

Dimentichiamo nella nostra dieta merendine preconfezionate ed ancor di più l'idea di saltare la colazione. Le merendine sono alimenti ricchi di calorie e grassi e povere di nutrienti. Una merendina pesa prevalentemente pochi grammi, sazia solo temporaneamente e ci porta ad avere di nuovo fame in poco tempo.

Saltare la colazione, invece, è come partire da casa senza aver messo il giusto carburante al motore. Essa rappresenta il pasto più importante, quello che ci permette di mettere il moto corpo e cervello e, in quanto tale, deve essere abbondante e nutriente allo stesso tempo.

Meglio latte vaccino o latte vegetale a colazione?

Partendo dalle bevande, possiamo scegliere tra il latte parzialmente scremato con o senza lattosio, in base alle necessità. Per coloro che per motivi di gusto o di intolleranze preferiscono evitarlo, in commercio vi sono ormai numerose tipologie di latte vegetale come il latte d'avena, il latte di mandorla, di riso o di soia

L'importante è controllare sempre l'etichetta perché nella maggior parte dei casi queste bevande contengono molto più zucchero di quello che ci aspetteremmo, quindi per ovvi motivi cerchiamo sempre di prediligere quelli senza zuccheri aggiunti. 

Succhi di frutta a colazione, meglio se fatti in casa

Per lo stesso motivo evitiamo succhi di frutta confezionati. Anche questi "falsi amici" molto spesso sono ricchi di zucchero e poveri di frutta, qualsiasi nutrizionista, infatti, lo sconsiglierebbe all'interno della nostra dieta. 

Se non vogliamo rinunciare a un succo meglio farlo in casa tramite estrattori, centrifughe o spremiagrumi. 

Tè verde, un potente antiossidante

Anche il tè è un'ottima bevanda da bere a colazione. Tra i vari tipi di tè e infusi, il tè verde è quello da preferire per via dell'alta presenza di catechina rispetto agli altri tè. La catechina è un potente antiossidante che viene ridotto negli altri té, come quello nero, in seguito alla fermentazione delle foglie. 

Meglio Yogurt alla frutta o Yogurt bianco?

​Continuando a riempire il nostro carrello virtuale, un valido alimento da poter mangiare a colazione è lo yogurt. In commercio ne esistono di varie tipologie, da quelli bianchi a quelli alla frutta, da quelli magri a quelli più grassi. 

Lo yogurt, però, è uno di quegli alimenti a cui viene aggiunto dello zucchero per renderlo più appetibile al palato proprio perché il suo gusto originario è più acidulo. Quindi, anche in questo caso, leggiamo sempre le etichette e se vediamo che il quantitativo di zucchero per 100 grammi è maggiore di 6 grammi allora senza dubbio è stato aggiunto dello zucchero.

Caratteristiche e benefici dello Yogurt greco 

Un ottimo yogurt è quello greco, per lo stesso motivo spiegato appena sopra meglio se bianco. Lo yogurt greco non solo presenta un buon numero di proteine e di fermenti lattici, ma ha anche un ottimo potere saziante. Inoltre può essere una perfetta base da arricchire a nostro piacimento tramite miele o sciroppo d'acero, frutta fresca o secca e cereali. 

Mangiare cereali fa dimagrire? Non facciamoci ingannare

Passiamo ai cereali. Così come le merendine o i succhi di frutta, anche qui spesso lo zucchero e altri aromi aggiunti la fanno da padrona. Se impariamo a leggere gli ingredienti allora sapremo orientarci nella giungla degli scaffali. 

Ricordiamo che l'ordine degli ingredienti corrisponde alla quantità decrescente dello stesso all'interno dell'alimento. Ad esempio, se al primo posto troviamo la farina integrale e al secondo lo zucchero, sapremo già che all'alimento è stato aggiunto un quantitativo di zucchero discutibile. 

Se inoltre vediamo che per dei semplici cereali la lista degli ingredienti è lunghissima, allora forse è meglio lasciarli sullo scaffale.

Pane e marmellata, da sempre una colazione energetica

Un ottimo pasto del buongiorno, infine, è il pane accompagnato da marmellata fatta in casa o a ridotto contenuto di zuccheri. Il pane da scegliere, così come anche le farine, è l'integrale, non solo perché qualitativamente migliore in seguito a una minore lavorazione, ma anche perché presenta un potere saziante maggiore per via della non eliminazione della parte fibrosa. 

Spesso è meglio preferire tipologie di pane confenzionato come il pane di segale in cui possiamo costatare l'effettivo utilizzo delle farine. Infatti nei panifici il pane che solitamente viene venduto per integrale è un mix di farine la cui percentuale maggiore è data dalle farine bianche mentre il colore brunastro da della crusca aggiunta.

Per la colazione possiamo ancora sbizzarrirci comprando uova, farine integrali e miele per preparare dei gustosi pancake da arricchire con yogurt, frutta o cioccolata fondente.

Ma adesso basta con le chiacchiere e...buona colazione!

Se anche tu hai bisogno di un piano alimentare per ritornare bene o semplicemente per stare in salute contatta lo Studio Bionutrimed.

4
Tra gli scaffali del supermercato: cosa scegliere ...
Alimentazione per un'abbronzatura perfetta

Le nostre ultime recensioni su Google