Alimentazione da seguire in Gravidanza ed Allattamento

Un corretto stile di vita e di alimentazione, già a partire dal periodo preconcezionale, è importante per la salute della madre e del nascituro.

La gravidanza è uno stato fisiologico particolare, caratterizzato da profonde modificazioni endocrino-metaboliche che da un lato garantiscono il necessario apporto di energia e nutrienti al feto e dall’altro preparano l’organismo materno al parto e alla lattazione.

Cosa evitare in gravidanza

Carenze o eccessi durante la gravidanza sono associati a disturbi nella crescita e nello sviluppo neuromotorio del feto e poi del neonato. Oggi si parla molto di quanto siano determinanti nei primi due anni di vita di un adeguato apporto di energia e di macro e micronutrienti per la prevenzione di malattie nell’età adulta.

Deficit nutrizionali o insufficiente trasporto di nutrienti attraverso la placenta, si manifestano con basso peso alla nascita che predispongono a bassa statura nell’età adulta e ridotta capacità cognitiva.

bionutrimed alimentazione da seguire in gravidanza ed allattamento

bionutrimed alimentazione da seguire in gravidanza ed allattamento

bionutrimed alimentazione in gravidanza ed allattamento

Obesità in gravidanza

Obesità o eccessivo aumento ponderale durante la gravidanza può avere effetti sfavorevoli sulla salute del feto che si manifestano con adiposità, alterazioni del metabolismo glicemico nel bambino e aumento del rischio metabolico in età adulta.

Perchè è importante il latte materno

Nei primi mesi di vita svolge un ruolo essenziale il latte materno che viene definito “alimento ideale” per una crescita sana del neonato e per la salute della madre. L’allattamento, infatti, comporta una serie di  benefici quali la riduzione del rischio cardiovascolare e di fratture femorali in menopausa, protezioni da alcuni tipi di tumore come quello alla mammella e all’ovaio. A tal proposito il World Cancer Research Fund include l’allattamento al seno tra le 10 raccomandazioni mirate proprio alla riduzione del rischio oncologico.

Fabbisogno energetico in gravidanza ed allattamento

E’ noto che durante la gravidanza è richiesta una maggiore quantità di energia per la sintesi e deposizione di nuovi tessuti e poiché aumenta il metabolismo basale della gestante.

I livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana (LARN) 2014 indicano un fabbisogno aggiuntivo di circa 70 kcal al giorno per il primo trimestre, 260 Kcal circa al giorno per il secondo trimestre e 500 Kcal al giorno per il terzo trimestre di gravidanza.

L’incremento energetico può essere ridotto se con il procedere della gravidanza si osserva una riduzione dell’attività fisica e se la donna è in sovrappeso/obesa e, viceversa, aumentato se ci troviamo in una situazione di sottopeso.

bionutrimed alimentazione in gravidanza ed allattamento

 

bionutrimed alimentazione in gravidanza ed allattamento

Fabbisogno proteico in gravidanza ed allattamento

Per permettere lo sviluppo sia placentare che del feto è necessario un maggiore apporto proteico, infatti le proteine, tra i macronutrienti, richiedono maggiore attenzione nel corso della gravidanza soprattutto nel corso del terzo trimestre. La quota proteica va aumentata anche durante l’allattamento.

Apporti bassi di proteine determina effetti negativi in termini di peso e lunghezza del nascituro, apporti elevati invece potrebbe interferire con lo sviluppo del feto. Buona parte di questo apporto deve provenire da alimenti con proteine ad alto valore biologico (latte e derivati, carne, pesce e uova) ovvero proteine ad alta qualità che presentano tutti e 9 gli amminoacidi essenziali (chel l’uomo non è in grado di sintetizzare e può dunque ottenere solo tramite la dieta). I cereali ed i legumi, contenendo invece proteine di valore biologico inferiore, andranno combinati tra loro in modo da ottenere una miscela proteica completa ed equilibrata dal valore biologico simile a quello fornito dalle proteine animali.

Le nostre ultime recensioni su Google